ERA MEGLIO NON NASCERE? CONSIDERAZIONI SUL VALORE DELLA VITA

MAURIZIO BALISTRERI

 

Sorrow

Potevamo anche non nascere. È stato un puro caso se siamo venuti al mondo. Quel giorno, quando i nostri genitori si sono incontrati, le cose sarebbero potute andare diversamente. Per una ragione o per l’altra le loro strade potevano anche non incrociarsi: sarebbero potuti restare bloccati in ascensore, cadere e farsi male mentre andavano a prendere l’autobus o, a causa di un temporale improvviso, un incontro imprevisto, un incidente, uno sciopero dei mezzi, avrebbero potuto cambiare i loro programmi. Continua a leggere “ERA MEGLIO NON NASCERE? CONSIDERAZIONI SUL VALORE DELLA VITA”

L’UMANIZZAZIONE DEGLI ANIMALI COME QUESTIONE DI GIUSTIZIA

MAURIZIO BALISTRERI

Immagine_endoxa

Non sarebbe bello vivere più a lungo? Non parlo di allungare la vita di qualche mese, ma vivere per molti più decenni. E chi non vorrebbe avere una maggiore resistenza alle malattie o la capacità di apprendere più velocemente? Poi possiamo discutere se sia meglio essere più empatici o più o meno alti, ma non c’è dubbio che a molti di noi non dispiacerebbe poter ridisegnare la natura umana con disposizioni e capacità nuove ed originali. Il potenziamento umano è ormai uno dei temi centrali del dibattito bioetico: si parla di potenziamento fisico, di potenziamento della mente e anche di potenziamento morale. Immaginare disposizioni fisiche diverse da quelle attuali non è così difficile, ed è facile pensare ad una mente migliorata. Ma si discute anche della possibilità di impiegare le nuove tecnologie per migliorare moralmente l’umanità. Non è forse vero, del resto, che non siamo capaci di prenderci cura degli interessi delle generazioni future? Le nostre scelte producono effetti devastanti sull’ambiente ma di questo ci preoccupiamo poco e non pensiamo di avere la responsabilità di assicurare a quelli che vivranno dopo di noi una vita almeno accettabile. Per questa ragione, una piccolissima correzione del patrimonio genetico dei nostri figli non soltanto potrebbe essere giustificata ma sembra anche l’unica strada per evitare l’estinzione dell’umanità nel prossimo futuro. Continua a leggere “L’UMANIZZAZIONE DEGLI ANIMALI COME QUESTIONE DI GIUSTIZIA”