Categoria: FILOSOFIA

METAMORFOSI – EDITORIALE

RICCARDO DAL FERRO Ben lungi dall’essere una convinzione approfondita nel nostro animo, il fatto che tutto si trasformi diventa la scusa buona per non conservare quel che detestiamo. “Tutto si trasforma” viene usato come argomento per giustificare la fine di una relazione che l’altro vorrebbe conservare; “il cambiamento è l’essenza dell’universo” si pone come alibi…

Continua a leggere METAMORFOSI – EDITORIALE

METAMORFOSI DELLA MEMORIA

PIER MARRONE Sono oramai numerose le ricerche che mostrano come la nostra memoria individuale sia molto fallace, anche rispetto a eventi molto recenti. È celebre l’esperimento ideato nel 1999 dagli psicologi Christopher Chabris e Daniel Simons. L’esperimento è documentato da un video dove un gruppo di volontari si passano due palle da basket. Il compito…

Continua a leggere METAMORFOSI DELLA MEMORIA

DELLE METAMORFOSI OSSIA DELLA MOLTEPLICITÀ DELLE IMMAGINI DEL MONDO (E DEL TEOREMA DEL BRUCO)

FRANCESCA SCAMARDELLA La parola metamorfosi, dal greco metamorfosis, derivato di metamorfo (trasformare) indica la trasformazione, il cambiamento di forma di un’entità che assume una natura diversa. È forse Ovidio, seguendo la Teogonia di Esiodo, il primo autore classico a fornire una rappresentazione poetica della forza incredibile delle metamorfosi, nell’omonima opera, narrando il mutare delle forme in…

Continua a leggere DELLE METAMORFOSI OSSIA DELLA MOLTEPLICITÀ DELLE IMMAGINI DEL MONDO (E DEL TEOREMA DEL BRUCO)

PER UNA METEMSOMATOSI POLITICA

ANDREA RACITI “Corpo politico”. Sembra a prima vista un sintagma paradossale. Quando giuristi e politologi si rivolgono alle più scottanti questioni riguardanti lo Stato, anche quando si riferiscono, in particolar modo, alla forma più avanzata e, per alcuni, crepuscolare di esso, ovvero lo Stato costituzionale, ne parlano in termini di descrizione somatica. Si tratta di…

Continua a leggere PER UNA METEMSOMATOSI POLITICA

LA METAMORFOSI DELLA SIMPATIA NELL’ERA DEL COVID19

LUCREZIA ROMUSSI La simpatia per Greci e Latini era un collegamento con l’Universo, per Adam Smith, invece, l’unico strumento necessario ai fini dell’etica a differenza di Hume che lo considera necessario ma non sufficiente. Insomma, la simpatia per secoli ha interessato il dibattito filosofico creando altresì interessanti e stimolanti confronti tra studiosi, ma oggi in…

Continua a leggere LA METAMORFOSI DELLA SIMPATIA NELL’ERA DEL COVID19

METAMORFOSI DELLE GERARCHIE ECOLOGICHE, OVVERO IL PIANETA DOVE GLI ANIMALI POTENZIATI HANNO RIDOTTO L’UOMO IN SCHIAVITÙ

MATTIA POZZEBON Nonostante la sua natura, al momento, germinale, la ricerca sul potenziamento animale non può essere più esclusa dalle maggiori questioni etico-filosofiche, anche perché ci sono segni che potrebbero indicare un passaggio dallo spazio della narrazione fantascientifica a quello della realtà che diviene oggetto di indagine.

Continua a leggere METAMORFOSI DELLE GERARCHIE ECOLOGICHE, OVVERO IL PIANETA DOVE GLI ANIMALI POTENZIATI HANNO RIDOTTO L’UOMO IN SCHIAVITÙ

IL VIAGGIO DELLA MORFOLOGIA

ENZA MARIA MACALUSO La morfologia si presenta al dibattito interdisciplinare nella sua veste di scienza della forma intorno agli anni trenta del Novecento, in concomitanza all’attività del medico-filosofo tedesco Viktor von Weizsäcker e alla sua riflessione teorica. Egli dedica i suoi primi studi alla fisiologia della percezione e ne delinea una vera e propria fenomenologia…

Continua a leggere IL VIAGGIO DELLA MORFOLOGIA

ARMONIA – EDITORIALE

PIER MARRONE Perché l’armonia ci dovrebbe piacere? Quando e a quali condizioni ci dovrebbe piacere? È chiaro che un qualche ideale di armonia è presente nelle nostre vite, ad esempio, quando osserviamo con piacere i corpi perfetti degli atleti di determinate discipline (non certamente il wrestling, almeno credo, e da noi nemmeno il sumo), o…

Continua a leggere ARMONIA – EDITORIALE

ARMONIE TOTALITARIE, RÈGNE DE L’HOMME, SOVIET DEI BUONI

PIER MARRONE Siamo abituati a considerare in molti casi una certa quantità di conflitto come uno degli ingredienti ineliminabili della nostra esistenza e della nostra presenza nella società. Siamo in conflitto con i genitori quando transitiamo per la fase dell’adolescenza, siamo in conflitto con l’altro sesso quando abbiamo obiettivi divergenti nella nostra vita emotiva. I…

Continua a leggere ARMONIE TOTALITARIE, RÈGNE DE L’HOMME, SOVIET DEI BUONI

PALINTROPOS HARMONIE: LEIBNIZ E UN ESEMPIO DI PRATICA DELL’ARMONIA

FABIO CORIGLIANO 1.Gottfried Wilhelm Leibniz ottenne il baccalaureato in legge a Lipsia nel 1665, e la licenza di laurea ad Altdorf nel 1667. Trasferitosi poco più che ventenne a Norimberga, dove svolse la funzione di segretario di una società di alchimisti alla quale, a quanto pare dalla sua testimonianza, riuscì ad accedere attraverso la scrittura…

Continua a leggere PALINTROPOS HARMONIE: LEIBNIZ E UN ESEMPIO DI PRATICA DELL’ARMONIA

FILOSOFIA CONSOLATORIA

MATTIA ZANCANARO Trovandomi a riflettere sul termine “armonia” e cercando di capire che cosa, in relazione alle vicende dell’attualità, esso mi faccia balzare immediatamente agli occhi, ne concludo, più o meno convintamente, che oggi, innanzi tutto e perlopiù, tra la popolazione occidentale l’armonia è più un qualcosa di cui si va senza successo alla ricerca…

Continua a leggere FILOSOFIA CONSOLATORIA

GERARCHIZZARE L’ANIMALE

PIER MARRONE Nel 1935 la Germania è oramai nazista. Hitler ha conquistato il potere attraverso elezioni democratiche, un avvenimento che qualcosa dovrebbe dire a coloro che pensano che la democrazia sia un valore. Il nazismo progetta il dominio feudale sull’Europa occidentale, secondo i sogni politici di Hitler e quelli politici e religiosi di Himmler (che…

Continua a leggere GERARCHIZZARE L’ANIMALE

IL SONNO DELLA RAGIONE GENERA MOSTRI? BARUCH SPINOZA E LA “NAVE DEI FOLLI”

DANIELA BOSTRENGHI Può forse stupire il richiamo a Spinoza, adamantino filosofo del metodo geometrico e della lucida chiarezza delle sue argomentazioni, in un discorso dei nostri giorni sulle prospettive della devianza e, nello specifico, della follia. Rischieremmo, così, di fraintendere il suo pensiero cercandovi l’adesione ad un’etica normativa (e normalizzante) che non sembra essere –…

Continua a leggere IL SONNO DELLA RAGIONE GENERA MOSTRI? BARUCH SPINOZA E LA “NAVE DEI FOLLI”

DELLA PREISTORIA DELLA DEVIANZA E DEI SUOI MEZZI DI PROVA: IL CASO DEL MARCHESE MASCARDI

GIANVITO BRINDISI Sappiamo oggi, grazie agli sforzi delle nuove sentinelle neurogenetiche dell’ordine sociale, che la devianza (con le sue forme di prova) non dipende tanto dalla configurazione dei sistemi punitivi o banalmente dalle fluttuazioni storiche della responsabilità e della soggettività o dalle loro qualificazioni giuridiche, ma dal funzionamento del cervello e dal corredo genetico, naturalmente…

Continua a leggere DELLA PREISTORIA DELLA DEVIANZA E DEI SUOI MEZZI DI PROVA: IL CASO DEL MARCHESE MASCARDI

LA RETTA VIA DELLA DEVIANZA

ANDREA RACITI “Ma ecco quello che (…) va osservato in una simile circostanza: forse il caso generale, quello stesso al quale sono commisurate tutte le procedure e le regole giuridiche, e dal quale esse vengono previste e annotate nei libri, non esiste affatto, per quello stesso motivo che qualsiasi faccenda, qualsiasi, mettiamo, delitto, nel momento…

Continua a leggere LA RETTA VIA DELLA DEVIANZA

L’UNICO MOSTRO CHE MANCA SEI TU!COSTRUIRE IL POSSIBILE, COSTRUIRE LA MERAVIGLIA

ROBERTO EVANGELISTA I mostri sono in mezzo a noi, e la vera mostruosità è quella che spesso rifiutiamo di vedere. D’altra parte, un personaggio popolare come Dylan Dog, talmente popolare che Umberto Eco diceva di poterlo leggere per giorni e giorni senza annoiarsi, ha sdoganato tra generazioni di lettori l’idea che il mostro vero si…

Continua a leggere L’UNICO MOSTRO CHE MANCA SEI TU!COSTRUIRE IL POSSIBILE, COSTRUIRE LA MERAVIGLIA

LA MENTE PLAGIATA E PLAGIANTE: LA SOPRAVVIVENZA DELLE STORIE E DEI NOSTRI CORPI

RICCARDO DAL FERRO Le nostre storie sono sempre plagi, se è vero come diceva Borges che fin dalla notte dei tempi abbiamo raccontato solo tre storie: una d’amore, una di guerra e una di viaggio. Prendendo per buona la sottile accusa dello scrittore argentino, possiamo convenire su un fatto: che l’umanità ha sempre plagiato, copiato…

Continua a leggere LA MENTE PLAGIATA E PLAGIANTE: LA SOPRAVVIVENZA DELLE STORIE E DEI NOSTRI CORPI

LA FELICITÀ CHE PLAGIA

PIER MARRONE Perché facciamo le cose che facciamo? Le risposte possono essere tante. In generale, però, le azioni che facciamo sono in vista di obiettivi, altrimenti sarebbero insensate. Ognuno di noi ha più di un obiettivo nella vita, ma è innegabile che se le cose vanno mediamente per il verso giusto noi sperimentiamo una sensazione…

Continua a leggere LA FELICITÀ CHE PLAGIA

QUESTO TESTO NON È MIO IN DIFESA DELL’APPROPRIAZIONE DEBITA

GIACOMO PEZZANO Tra i graphic designer, si dice spesso che il lavoro creativo non è l’opera di un genio solitario ispirato che partorisce idee sensazionali dal nulla: esso consiste piuttosto in un continuo “trarre ispirazione” dal lavoro altrui. E trarre ispirazione non significa copiare: infatti, chi copia si rifà a un’unica fonte e la riproduce…

Continua a leggere QUESTO TESTO NON È MIO IN DIFESA DELL’APPROPRIAZIONE DEBITA