CREARE NUOVI MONDI: LA SFIDA DELLA LETTERATURA

CRISTINA BENUSSI

storytellingCome significato primo, secondo l’Enciclopedia Treccani, la creazione indica “l’atto con cui Dio dà origine a qualche cosa distinta da sé, traendola dal nulla, non derivandola né dalla sostanza propria né da alcuna materia preesistente”. In seconda battuta il lemma viene spiegato come “ideazione, invenzione ed esecuzione materiale di un’opera: la c. di un poema, di una sinfonia, di un quadro, di un monumento; di nuovi modelli d’abbigliamento, di nuove macchine, ecc…”. Poi la voce si declina in relazione ad altri campi semantici, fino a quello finale: “In fisica, formazione di particelle dovuta a trasformazione di energia in materia; cdi coppie, processo per cui un fotone di elevata energia, attraversando la materia, si annichila originando una coppia elettrone-positrone”. Continua a leggere “CREARE NUOVI MONDI: LA SFIDA DELLA LETTERATURA”

MONDI CHE NASCONO NELLE PERIFERIE E NEL SUD DEL MONDO

PAOLO CASCAVILLA

matera-191684

Esperienze di rigenerazione.

 

  1. Matera, vergogna nazionale e Olivetti il visionario

“Io guardavo passando e vedevo l’interno delle grotte, che non prendono altra luce e aria se non dalla porta. Alcune non hanno neppure quella. Si entra dall’alto, attraverso botole e scalette. Dentro quei buchi neri, dalle pareti di terra, vedevo i letti, le misere suppellettili, i cenci stesi. Sul pavimento stavano sdraiati i cani, le pecore, le capre, i maiali. Ogni famiglia ha, in genere, una sola di quelle grotte e ci dormono tutti insieme, uomini, donne, bambini e bestie. Così vivono ventimila persone…. Continua a leggere “MONDI CHE NASCONO NELLE PERIFERIE E NEL SUD DEL MONDO”

FINE DELLA PROVVIDENZA E DEMOCRATIZZAZIONE DELLA CREAZIONE: DA NICOLAS MALEBRANCHE A MASSIMILIANO PARENTE

PIER MARRONE

primo-piano-1_2_00367Per noi occidentali la teologia razionale è finita. Questo è l’esito di un processo secolare che ha condotto alla convinzione che proposizioni razionali su Dio o sugli dei, sulla provvidenza, sulla nostra destinazione dopo la morte non si possono formulare. Continua a leggere “FINE DELLA PROVVIDENZA E DEMOCRATIZZAZIONE DELLA CREAZIONE: DA NICOLAS MALEBRANCHE A MASSIMILIANO PARENTE”

LA MISERICORDIA DEGLI SCARTI

CRISTINA RIZZI GUELFI

img_7187

La misericordia muta la consistenza delle persone fino a diventare liquide, senza corpo e il fiato è così basso da non permettere eco. Succede alle persone silenziose, quelle che non si lamentano mai e finiscono col fare bolle con i polmoni quando si ricordano di respirare. Così ogni volta si schiantano sui marciapiedi e si devono ricostruire nuove gambe, nuove mani, nuovi nomi. La misericordia è nata in autunno, non poteva nascere in altre stagioni. Continua a leggere “LA MISERICORDIA DEGLI SCARTI”

CAMERA CON VISTA. SULL’EUROPA

VANNI VERONESI

Quando, nel La Scuola di Atene1308, il monaco Odorico da Pordenone si mise in marcia verso l’estremo Oriente, era certo solamente di due cose: la sua identità e la sua fede. Parole con cui oggi abbiamo un rapporto conflittuale: troppi morti nel nome dei nazionalismi, troppe ingiustizie coperte da un uso improprio del termine ‘Dio’. Eppure, se vogliamo capire veramente ciò che definiamo ‘Europa’, è con esse che dobbiamo fare i conti: una civiltà, infatti, prende coscienza di se stessa solo quando dichiara apertamente le proprie origini, senza per questo esserne schiava.

Continua a leggere “CAMERA CON VISTA. SULL’EUROPA”

THE NAKED APE RELOADED, O DELLA PROSOPOPEA NUDISTA DELL’EUROPA

MONICA VISINTIN

Venere_CapitolinaDare un’immagine all’Europa? Impresa non facile per una realtà che non ha di suo neanche una dimensione fisica definibile: l’Europa infatti non è neppure un continente dotato limiti ben definiti perché il suo territorio fa tutt’uno con l’Asia, spazio culturale continuamente richiamato nella storia europea ora come origine ora  antagonista  delle sue espressioni culturali più importanti. La stessa figura mitologica di Europa sembra richiamare questa ambiguità: secondo gli antichi greci era figlia di Agenore, re di Tiro ovvero della Fenicia che nel mondo antico rappresentava la porta dell’Asia, a sua volta figlio di Libia (eponima dell’Africa antica) ed esule dall’Egitto.

Perché tanto melting pot in un solo mito? Continua a leggere “THE NAKED APE RELOADED, O DELLA PROSOPOPEA NUDISTA DELL’EUROPA”