Categoria: ENDOXA – BIMESTRALE

AIDOLON

FRANCESCO VERSO Quando esco dolorante e insanguinato dall’auto di Mario, l’AIdolon è già sul posto. Indossa un tailleur color avorio e scarpe nere con la zeppa e i tacchi a spillo. È seducente come la morte che ho appena sfiorato. Sento odore di narcisi. Lei non è qui per me. Freddi occhi panottici scandagliano di…

Continua a leggere AIDOLON

BAD ROMANCE

PIER MARRONE Quando pensiamo agli automi facciamo fatica a non immaginarli come dotati di alcune nostre caratteristiche di solito in parti ben visibili del loro aspetto fisico, perché vogliamo attribuirgli qualcosa della nostra umanità. Con gli animali accade qualcosa di molto simile. Chi possiede un animale domestico sa bene che noi, inevitabilmente, lo sottoponiamo a…

Continua a leggere BAD ROMANCE

AUTOMA

  CRISTINA RIZZI GUELFI /au·tò·ma/ Sostantivo maschile. Di persona che si muove o agisce macchinalmente, quasi fosse priva di riflessi o di volontà.

Continua a leggere AUTOMA

LO SPETTRO DEL PROFESSORE-AUTOMA

FRANCESCA PLESNIZER Parafrasando il celebre incipit del Manifesto del Partito Comunista di Marx ed Engels: «Uno spettro si aggira per le scuole: lo spettro dei professori-automi». Chi sono questi professori-automi? Docenti delle scuole superiori di primo e secondo grado, ad esempio; giovani o meno giovani, perfino anziani – la loro età conta relativamente.

Continua a leggere LO SPETTRO DEL PROFESSORE-AUTOMA

AUTOMATISMI

ULDERICO POMARICI 1. In questi anni viviamo la transizione verso una società completamente informatizzata, dunque automatizzata. Non esisteranno più solo processi informatici come medium della comunicazione, ma macchine che li progettano autonomamente.

Continua a leggere AUTOMATISMI

LA PARTE MIGLIORE DI NOI: I ROBOT! (E LA PAURA CHE CI SOMIGLINO TROPPO)

MICHELANGELO DE BONIS Premessa Questo articolo l’ho riscritto molte volte sia nella mia mente sia sulla tastiera del mio computer. Questa è la forma definitiva al momento della consegna, ma se avessi avuto altro tempo sicuramente oggi leggeremmo un pezzo del tutto diverso, come diversi sono quelli ormai cestinati. Come mai questa revisione continua? Perché…

Continua a leggere LA PARTE MIGLIORE DI NOI: I ROBOT! (E LA PAURA CHE CI SOMIGLINO TROPPO)

IL VALORE DELL’AUTODETERMINAZIONE: IL VIZIO GIUSTO PER NON PASSARE DA CRIMINALI

RICCARDO DAL FERRO Il vizio insopportabile è sempre quello altrui. Il vizio si caratterizza per un aspetto che troppo spesso ci sfugge: condanniamo sempre il vizio che vediamo nell’altro, ma siamo infinitamente indulgenti nei confronti del nostro vizio. Questo parrebbe essere un comportamento quasi innocuo che ha a che fare con lo stigma e la…

Continua a leggere IL VALORE DELL’AUTODETERMINAZIONE: IL VIZIO GIUSTO PER NON PASSARE DA CRIMINALI

VIZIO DI FORMA

FRANCO FERRANT “Sì va bene… e poi che te ne fai?” mi chiede Giorgio con una faccia da schiaffi. È evidente che per una domanda del genere non c’è una buona risposta. Le domande idiote non prevedono risposta. Ma lui non demorde e, dopo essersi aggiustato gli occhiali con il solito gesto, ripete “Ma che…

Continua a leggere VIZIO DI FORMA

IL VELENO DELL’INNOCENZA

PIER MARRONE C’è bisogno di spiegare perché siamo così attratti e stupefatti dall’innocenza? La nostra reazione universalmente positiva allo sguardo innocente di un bambino è immediata. Crediamo di vederci l’ingenuità dello sguardo, la spontaneità del gesto, l’apertura verso ciò che accade nel mondo, tutte cose che noi speriamo continuino nella sua vita, ben sapendo che…

Continua a leggere IL VELENO DELL’INNOCENZA

CATTIVE ABITUDINI

TONY KARED Non credeva più nei sani valori di una volta; e il referto era lì a testimoniarlo, col suo schematico cinismo fatto di transaminasi e bilirubina, di emocromo e di colesterolo: Nutella dipendente. Girls just want to have fun. Perché era diventato tutto così terribilmente difficile? I suoi secondi quarant’anni erano durati dieci anni,…

Continua a leggere CATTIVE ABITUDINI

GENE TUTTIVIZI

PEE GEE DANIEL Lord Eugene Alexander Granadahillz III, per gli amici più semplicemente “Gene”, è un uomo di mezz’età, benestante, anzi più che benestante, residente in un quartiere lussuoso, se non addirittura principesco, posto in posizione olimpica, sopra una collina sporta sulla scintillante metropoli sottostante, proprietario di una villa superaccessoriata, iscritto ai club più esclusivi…

Continua a leggere GENE TUTTIVIZI