Categoria: ENDOXA – BIMESTRALE

COSÌ LONTANI, COSÌ VICINI, 7, 35, GENNAIO 2022/ DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI/UNIVERSITÀ DI TRIESTE/ DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA/UNIVERSITÀ DELLA CAMPANIA

SCRITTI E IMMAGINI DI FERDINANDO MENGA, CORRADO DEL BÒ, RICCARDO DAL FERRO, PIER MARRONE, CRISTINA RIZZI GUELFI, PAOLO CASCAVILLA, PEE GEE DANIEL, DOMENICO CHIRICO, FABIO CORIGLIANO, TOMMASO GAZZOLO, MARIO RICCA, MICHELE ILLICETO, PIER GIUSEPPE PUGGIONI, FILIPPO RUSCHI, JACOPO VOLPI, ANDREA RACITI, GIANPIERO COLETTA, GIORGIO MAJER GATTI, PIETRO PIRO, MATTIA ZANCANARO

Continua a leggere COSÌ LONTANI, COSÌ VICINI, 7, 35, GENNAIO 2022/ DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI/UNIVERSITÀ DI TRIESTE/ DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA/UNIVERSITÀ DELLA CAMPANIA

“LONTANO DAGLI OCCHI, LONTANO DAL CUORE” – EDITORIALE

FERDINANDO MENGA Quali corpi vissuti e viventi abitiamo luoghi. Quali corpi fisici, corpi materici tra altri corpi, occupiamo spazi. Nel primo caso, possiamo dire di essere (un) corpo; nel secondo, di avere un corpo. Ricorrendo all’ausilio della lingua tedesca – e non senza qualche licenza di semplificazione –, potremmo far passare questa distinzione, asserendo che…

Continua a leggere “LONTANO DAGLI OCCHI, LONTANO DAL CUORE” – EDITORIALE

LA SOCIALITÀ DELLA DISTANZA

CORRADO DEL BÒ Una delle espressioni che abbiamo iniziato a usare, dopo l’esplosione della pandemia da Covid-19, è “distanziamento sociale”. Ci è servita, e purtroppo ci serve ancora, per indicare una serie di comportamenti, ai quali siamo obbligati o che ci vengono raccomandati, e che, in diversi modi e in varia misura, incidono sulla nostra…

Continua a leggere LA SOCIALITÀ DELLA DISTANZA

UNA LONTANANZA SENZA PENSIERI

PIER MARRONE La curiosità uccide la meraviglia? Questa idea mi è venuta in mente la volta che lessi il fulminante incipit di Tristi tropici di Claude Lévi-Strauss “Odio i viaggi e gli esploratori”, una frase che genera un forte effetto di spaesamento per il lettore che si immerge nel resoconto ineguagliato delle spedizioni di Lévi-Strauss…

Continua a leggere UNA LONTANANZA SENZA PENSIERI

DELIRI DI ONNIPRESENZA

CRISTINA RIZZI GUELFI Vicino a me non ci sono altro che lontananze. Antonio Porchia, Voci, 1943 Non è un fattore di malinconia, non in linea diretta e privilegiata, almeno, è qualcosa di strisciante fra i palazzi popolari, caseggiati, luoghi protetti e tombole. Luoghi che a causa di qualche chilometro e di un numero differente sulla…

Continua a leggere DELIRI DI ONNIPRESENZA

L’ACROBATA CIRCASSA

PEE GEE DANIEL E alla fine arrivò il circo. Come sempre. Di anno in anno. All’incirca nel medesimo periodo. Era la stagione in cui le foglie in un istante, da verdi e carnose che erano, avvizziscono gialle e friabili come una galletta lasciata troppo tempo all’aria, quand’è che il sole assume la freddezza di un…

Continua a leggere L’ACROBATA CIRCASSA

DIDATTICA A DISTANZA

TOMMASO GAZZOLO E se nella “didattica a distanza”, ad essere neutralizzata, abolita, cancellata, fosse la distanza stessa, intesa come principio a partire dal quale, tradizionalmente, si è pensato l’insegnamento? Questo imporrebbe certamente un ripensamento, allora, delle critiche rivolte comunemente alla “Dad”, la necessità di un altro punto di vista.  Muoverei da qui, da questa affermazione: che non…

Continua a leggere DIDATTICA A DISTANZA

VICINO-LONTANO:DUE CATEGORIE DELL’ALTERITÀ E DELL’ERRANZATRA PADRONANZA E CUSTODIA

MICHELE ILLICETO Vicino/lontano due categorie dell’alterità Il primo problema da affrontare per giocare con questa coppia di parole è quello che chiamerei della costituzione-istituzione. Chi decide che cos’è (o debba essere) vicino/lontano? E in base a quali criteri? Per farlo usiamo il pensiero, il corpo, i sentimenti, le emozioni, la parola, i silenzi, i gesti.…

Continua a leggere VICINO-LONTANO:DUE CATEGORIE DELL’ALTERITÀ E DELL’ERRANZATRA PADRONANZA E CUSTODIA

OBBLIGAZIONE, DISTANZA E SENTIMENTO: KANT E SUOI AVVERSARI SCOZZESI

PIER GIUSEPPE PUGGIONI Sentirsi ed essere obbligati: un gioco di distanze – I giuristi ricordano spesso che «sentirsi obbligati (to feel obliged) e avere un obbligo (to have an obligation) sono cose diverse, benché spesso concomitanti», come sintetizza Hart in The Concept of Law (1961). Il filosofo britannico assume quindi due tipi di connessione fra…

Continua a leggere OBBLIGAZIONE, DISTANZA E SENTIMENTO: KANT E SUOI AVVERSARI SCOZZESI

PROSSIMITÀ AGONALE: LA MONOMACHIA COME ARCHETIPO GIURIDICO

FILIPPO RUSCHI Lo scenario era pauroso: la piana tra l’accampamento e la città assediata era disseminata di corpi straziati. Le acque dello Scamandro erano tinte del sangue dei cadaveri dei Troiani che Achille, accecato dall’ira, vi aveva scaraventato. Nonostante la strage, la caccia era continuata e la preda più ambita era stata raggiunta davanti alle…

Continua a leggere PROSSIMITÀ AGONALE: LA MONOMACHIA COME ARCHETIPO GIURIDICO

LA LONTANISSIMA VICINANZA DEL DIRITTO

JACOPO VOLPI Un ossimoro nel dominio del diritto Non è facile rintracciare espressione di senso che, rispetto al titolo di questa breve riflessione, esprima in modo migliore nella sua dimensione ossimorica l’idiosincratica tensione verso la realtà giuridica all’interno della comunità: fra i cittadini, fra chi comunemente ‘vive’ il diritto. Perché ciò che accade più frequentemente…

Continua a leggere LA LONTANISSIMA VICINANZA DEL DIRITTO

PROSSIMITÀ ACCIDENTALE

ANDREA RACITI  “(…) se la realtà è inconcepibile, allora dobbiamo forgiare dei concetti inconcepibili”  G.W.F. Hegel, Differenza tra il sistema filosofico di Fichte e quello di Schelling  Se esiste un legame tra poesia e filosofia, non può che emergere dal rapporto tra l’inconcepibile e il concetto. Questo rapporto si instaura all’interno del linguaggio. Il linguaggio…

Continua a leggere PROSSIMITÀ ACCIDENTALE

SE LA SEPARAZIONE È ANCORA PIÙ PROFONDA: AUTONOMIA ED ETERONOMIA DEL CAMPO FILOSOFICO

GIORGIO MAJER GATTI Questi drammatici anni di pandemia non hanno fatto eccezione riguardo alla presenza e alla partecipazione di filosofi e filosofe al dibattito pubblico, come era del resto prevedibile e auspicabile. È certamente in misura di questa drammaticità e della portata generale dell’evento tutt’ora in corso che tali interventi non si sono limitati a…

Continua a leggere SE LA SEPARAZIONE È ANCORA PIÙ PROFONDA: AUTONOMIA ED ETERONOMIA DEL CAMPO FILOSOFICO

AVVICINARSI ALLA POVERTÀ PER ALLONTANARSI DALLA RASSEGNAZIONE

PIETRO PIRO Un approccio “centrato sulla persona” fa comprendere come la povertà possa annidarsi in ogni aspetto dell’esistente. C’è una povertà di mezzi (economici, innanzitutto, ma non solo) una povertà cognitiva, una povertà sociale e relazionale, una povertà morale, una povertà sentimentale, una povertà di senso, una povertà spirituale. Quando queste povertà si concentrano tutte…

Continua a leggere AVVICINARSI ALLA POVERTÀ PER ALLONTANARSI DALLA RASSEGNAZIONE

INTELLIGENZA – EDITORIALE

MAURIZIO BALISTRERI L’intelligenza è sopravvalutata: ancor prima di chiederci che cosa sia e accorgerci che la domanda non è per nulla banale, l’impressione che si può avere è che in fondo ci sono capacità molto più importanti. Avere a che fare con una persona poco sveglia può mettere alla prova, perché alle volte una spiegazione…

Continua a leggere INTELLIGENZA – EDITORIALE

PRENDITI UNA PASTICCA, SENTI A ME! MA SCEGLI QUELLA INTELLIGENTE!

MAURIZIO BALISTRERI Sembra che siamo ormai pronti ad una nuova era della medicina: non pensate subito agli interventi sul patrimonio genetico o ai robot che si prendono cura delle persone fragili. Le vecchie medicine, quelle che usiamo abitualmente quando stiamo male, stanno diventando intelligenti perché è sufficiente inserire nella loro composizione piccolissimi dispositivi ed esse…

Continua a leggere PRENDITI UNA PASTICCA, SENTI A ME! MA SCEGLI QUELLA INTELLIGENTE!

VIVA LA MAMMA! LE EMOZIONI INTELLIGENTI DI MARTHA CRAVEN NUSSBAUM

PIER MARRONE Di qualcuno devi pur fidarti, no? Infatti, se hai bisogno di occuparti del bene di qualcosa di specifico, dovresti andare da qualcuno che ha le corrette conoscenze vere giustificate relativamente a quell’oggetto ed è considerato un esperto nel campo di cui fa parte quell’oggetto. È un argomento che nella storia umana è stato…

Continua a leggere VIVA LA MAMMA! LE EMOZIONI INTELLIGENTI DI MARTHA CRAVEN NUSSBAUM

ASSISTENZA E SUPPORTO AI TEMPI DEI ROBOT

MAURO MARTINI, VITTORIO MAZZIA, FRANCESCO SALVETTI La crescente richiesta di operatori sanitari ha ispirato i produttori di robot e ricercatori di tutto il mondo a progettare piattaforme di assistenza autonome per categorie non completamente autosufficienti, ricerche che impegnano il Centro Pic4Ser del Politecnico di Torino. Infatti, una piattaforma robotica sufficientemente autonoma aprirebbe la possibilità di…

Continua a leggere ASSISTENZA E SUPPORTO AI TEMPI DEI ROBOT

LA MACCHINA AMMAZZASCEMI

PEE GEE DANIEL “Basta! Basta! Basta!”. Anche quel giorno il Prof. King Fu fece ritorno al suo laboratorio sbraitando contro il mondo esterno e, segnatamente, contro chi lo abitava (ancor più partitamente verso i propri consimili) e trincerandocisi convinto, come ogni volta, a non più uscirne, isolato là dentro almeno sino a quando il suo…

Continua a leggere LA MACCHINA AMMAZZASCEMI

LA MADRE DEGLI INTELLIGENTI È IN MENOPAUSA

CRISTINA RIZZI GUELFI intelligenza /in·tel·li·gèn·za/ sostantivo femminile C’è quella parte di cervello dove l’intelligenza dovrebbe circumnavigare un mappamondo senza tempo. C’è quella parte di cervello che insieme ai corni e ai timpani di Strauss dovrebbe chiedere asilo al calamaio. C’è quella parte del cervello dove alloggia la prontezza d’ingegno. Quella con un abbaino infisso nel…

Continua a leggere LA MADRE DEGLI INTELLIGENTI È IN MENOPAUSA

INTELLIGENZA E PENSIERO

FABIO POLIDORI Difficile rinunciare all’idea che l’intelligenza sia un valore, per di più un valore assolutamente positivo. Anche nei casi in cui la si ritrovi al servizio di intraprese malvagie, un margine di ammirazione, magari pudica e silenziosa, sembra non esserle lesinato. Il senso comune non ha difficoltà, insomma, ad ammirare individui e prestazioni che…

Continua a leggere INTELLIGENZA E PENSIERO

ETICA DEL LAVORO NELL’ERA DA DISOCCUPAZIONE DA AI

ANTONIO MARTURANO Introduzione Il problema della disoccupazione negli esseri umani è tema ricorrente nel pensiero filosofico conteporaneo. In particolare, quello della disoccupazione tecnologica è tema ampiamente discusso non solo con Marx, ma anche durante i grandi anni delle crisi economiche che attanagliarono l’Inghilterra a cavallo tra il 1800 e il 1900. Pensatori del calibro di…

Continua a leggere ETICA DEL LAVORO NELL’ERA DA DISOCCUPAZIONE DA AI

INTELLIGENZE ARTIFICIALI E STUPIDITÀ UMANE

ALBERTO ROMELE L’intelligenza è sopravvalutata. Cerchiamo l’intelligenza dappertutto: negli umani, negli animali, nelle macchine e persino nelle piante. Leggevo qualche giorno fa la pagina Wikipedia in francese su “Intelligenza Artificiale”. La pagina definisce l’IA come “l’insieme delle teorie e delle tecniche messe in opera per realizzare delle macchine capaci di simulare l’intelligenza umana”. Prospettiva riduttiva,…

Continua a leggere INTELLIGENZE ARTIFICIALI E STUPIDITÀ UMANE

LA DECISIONE SBAGLIATA DI BENJAMIN FRANKLIN: INTELLIGENZA E RAZIONALITÀ NELL’EPIDEMIA

ROBERTO FESTA Benjamin Franklin, la scelta razionale delle amanti e l’arte di scoreggiare orgogliosamente A partire dal 1969, quando vennero ritirati i biglietti da 500$ e quelli di taglio maggiore, la banconota statunitense con il taglio più alto è quella da 100$, che ha recentemente superato la circolazione del biglietto da 1$, diventando così la…

Continua a leggere LA DECISIONE SBAGLIATA DI BENJAMIN FRANKLIN: INTELLIGENZA E RAZIONALITÀ NELL’EPIDEMIA