IMMAGINI DELL’EUROPA/ENDOXA, 1, 1, MAGGIO 2016

SCRITTI DI FABIO CIARAMELLI, PEE GEE DANIEL, ROSARIO DIANA, DARIO GIUGLIANO, PIER MARRONE, PAOLO PROTA, CRISTINA RIZZI GUELFI, FRANCESCOMARIA TEDESCO, FERDINANDO MENGA, VANNI VERONESI, MONICA VISINTIN

L’IMPLOSIONE EUROPEA

FABIO CIARAMELLI

originalDalla Grexit alla Brexit

Ci affanniamo a discutere e ridiscutere di Europa. Ci spaventa il rigurgito delle derive nazionalistiche che alimentano l’euroscetticismo e danno forma, sia pur per ragioni molto diverse tra loro, a ipotesi di secessione (dapprima in Grecia; ora in Gran Bretagna, ove addirittura ci si prepara al referendum; domani chi sa). E allora, quasi per rassicurarci, facciamo l’inventario delle ragioni “alte” che dovrebbero motivare la scelta convinta dell’Europa come casa comune. Salutiamo, oltre che col dovuto rispetto, con buoni argomenti l’accorato richiamo di papa Francesco alla solidarietà e ad un’Europa che smetta di essere una “nonna stanca e invecchiata” e torni ad essere una “madre accogliente”. Continua a leggere “L’IMPLOSIONE EUROPEA”

BOVIDI

PEE GEE DANIEL

fernando_botero_170_ratto_di_europa_1995Se il vate-Nobel Carducci verseggiava: «T’amo, oh pio bove» (che in inglese si potrebbe tranquillamente tradurre: «I bove you»), lo stesso, o quasi, deve aver pensato, e forse espresso, a fior di labbra, sessuosa e disponibile, quella splendida principessa fenicia di nome Europa, la volta che si imbatté in un formidabile bestione dagli zoccoli fessi e le corna a falce di luna, bianco come il latte che doveva aver poppato da baliotto, il quale le faceva la posta sulla rena cocente già da un bel pezzo. Sebbene, come una passione completa pretende, l’oggetto d’amore della giovinetta fosse ancora un toro, non già un bue. Continua a leggere “BOVIDI”

IL BUIO SULLA ZATTERA. PROGETTO PER UN READING FILOSOFICO

ROSARIO DIANADARIO GIUGLIANOPAOLO PROTA 

zattera

  1.  Introduzione

Vorremmo qui proporre in una sorta di fuga a tre voci i primi risultati di una riflessione comune che da qualche mese – sollecitati da un’intuizione visionaria di Paolo Prota – stiamo sviluppando sul quadro di Théodore Géricault, La zattera della Medusa (1819).

Occasione per il confronto è stata l’idea di scrivere insieme un reading filosofico da teatro incentrato sulla tela di Géricault, da mettere poi in scena nell’autunno di quest’anno.

Come si può facilmente immaginare, i testi e i bozzetti che seguono sono il frutto di un work in progress che dovrà essere ulteriormente elaborato e che necessita ancora di un’adeguata documentazione e di una più approfondita meditazione. Continua a leggere “IL BUIO SULLA ZATTERA. PROGETTO PER UN READING FILOSOFICO”

THE EUROPEAN CANON IS HERE: LA FILOSOFIA POLITICA DI DAVID BOWIE

PIER MARRONE

bowieVorrei trovare un’immagine reale dell’Europa. Prima dovrei sapere dove cercarla, poiché non riesco a comprenderlo e non riesco a visualizzare nulla che mi rimandi a un significato che possa valere come la forza normativa di un ideale, al modo in cui un’immagine reale è la sede dell’energia luminosa che la genera. Invece, da un po’ di tempo quando sento parlare di Europa mi viene in mente una immagine musicale precisa. Sono in grado di indicare con precisione il momento esatto nel quale ho cominciato ad avere questa sorta di riflesso. Continua a leggere “THE EUROPEAN CANON IS HERE: LA FILOSOFIA POLITICA DI DAVID BOWIE”

EUROPA

CRISTINA RIZZI GUELFI

1d2
Europa. Disegnata con i biscotti bagnati nel latte del mattino, con frustrazioni e speranze piccole. Canzoni non ascoltate e non capite, signore parche e porche, donne grasse e abbandonate colorate con il tabacco e il cioccolato, la carta dei pacchi per le figlie, il trucco delle energie e dei massaggi con la scossa, la chirurgia ossessiva e i cloni della donna amata dal chirurgo, foto ricordo fatte a penna bagnata nell’acqua, come sbavature, alberghi bruciati, madri misteriose, kamikaze sulla spiaggia assolata, mutande in testa ai morti inchiostrati col salmone.

Continua a leggere “EUROPA”

SALVIAMO L’EUROPA STUDIANDO I MAGNOGRECI

FRANCESCOMARIA TEDESCO

Immagine-3Gli eventi che hanno stravolto l’Europa negli ultimi anni, in corrispondenza con la proiezione bellica di molti paesi europei impegnati nella cosiddetta ‘lotta al terrrorismo’ in particolare dopo l’attacco alle Torri gemelle, hanno segnato fortemente sul piano emotivo l’opinione pubblica dei Paesi membri dell’Unione. L’impatto emotivo
è stato fortissimo, anche a causa del ruolo dei media nel portare in ogni casa le immagini delle devastazioni inferte sul suolo europeo da parte dei terroristi. Continua a leggere “SALVIAMO L’EUROPA STUDIANDO I MAGNOGRECI”